Abbattimento piante in proprietà privata

Image

A partire dal 16/07/2017 (entrata in vigore del  nuovo Regolamento comunale del Verde) cambiano le disposizioni per l'abbattimento degli alberi.

Scarica qui il NUOVO REGOLAMENTO DEL VERDE.

Ai sensi dell'art. 5 del Regolamento Comunale e fatte salve le disposizioni del Codice Civile, E' VIETATO L'ABBATTIMENTO delle alberature con diametro del tronco superiore a cm 20 (pari a una circonferenza di circa cm 63 misurata a cm 130 dalla base) e con altezza superiore a 4 metri. Pertanto se anche una delle due condizioni non è soddisfatta (per es. circonferenza superiore a cm 20 ma altezza inferiore a 4 metri) l'abbattimento è consentito.

Il divieto di cui sopra viene meno (a patto che vengano rispettate le disposizioni contenute nel Regolamento) nei casi previsti all'art. 8:

  1.  alberatura morta;
  2. alberatura con grave patologia fitosanitaria tale da non consentirne più il mantenimento;
  3. alberatura che causa danni patrimoniali su beni immobili pubblici e/o privati;
  4. alberature che causano pericolo per la pubblica incolumità;
  5. alberature in area agricola incompatibili con l'attività di coltivazione;
  6. alberatura da abbattere nell'ambito di interventi di natura urbanistico/edilizia

Se l'alberatura ricade nei casi 1, 2, 3, 5 compilare il MODULO A1 "Comunicazione abbattimento pianta di proprietà privata"

Se l'alberatura ricade nel caso 4 compilare il MODULO A2 "Comunicazione abbattimento d'urgenza pianta di proprietà privata" da presentare al Comune entro 48h dall'intervento di abbattimento. Entro i successivi 30 giorni dalla precedente comunicazione presentare il MODULO A3 "Dichiarazione abbattimento d'urgenza pianta di proprietà privata"

Se l'alberatura ricade nel caso 6 la comunicazione di abbattimento rientra nella  documentazione edilizia da presentare al Settore Pianificazione e Tutela del Territorio al quale è necessario rivolgersi.

 

 

I moduli sopra citati e scaricabili come di seguito riportato, sono validi anche per gli alberi siti su aree vincolate:

Vincolo paesaggistico (art. 136 comma 1 lett.c e d) e art. 142 comma 1 lett. c): via Roma fascia bilaterale di 100 mt dall'alto del cavalcavia della ferrovia fino al confine tra il Comune di Spinea e quello di Mirano  e fascia di 150 mt dal piede dell'argine del Rio Cimetto e Canale Menegon.

Vincolo di bene culturale (art. 10 comma 1 e art. 12 commi 1e 2 del D.Lgs 42/2004) con decreto di vincolo ministeriale

PER INFORMAZIONI SULLE AREE DI VINCOLO il riferimento è il Settore Pianificazione e Tutela del Territorio Servizio tutela del paesaggio: Tel. 041 5071159 - 156

 

In tutti i casi SE L'ALBERATURA DA ABBATTERE HA UN'ALTEZZA SUPERIORE A 12 METRI, è fatto obbligo piantumare entro un anno dall'abbattimento, una nuova alberatura secondo le disposizioni del Regolamento (dall'art. 15 all'art. 19)  e trasmettere il MODULO A4 "Comunicazione piantumazione nuova alberatura a seguito abbattimento pianta di proprietà privata"

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI è possibile contattare IL SETTORE AMBIENTE E SICUREZZA Tel. 041 5071391-176-101

 

Nei casi in cui l'abbattimento comporti l'occupazione temporanea anche parziale di suolo pubblico (marciapiedi, strade, etc.) con macchinari ed attrezzature, è necessario acquisire la specifica autorizzazione da parte del Settore Lavori Pubblici, Manutenzione, Viabilità del Comune Tel. 041 5071313 - 314

 

ATTENZIONE! IN CASO DI PIANTE DI PLATANO

Nel caso di ABBATTIMENTI, POTATURE e RECISIONI RADICALI che riguardano le PIANTE DI PLATANO ci sono degli obblighi normativi speciali per la prevenzione ed il controllo della malattia del "Cancro colorato". I proprietari di piante di platano devono seguire, ai sensi del D.M. 29/02/2012, le procedure amministrative del DECRETO REGIONE VENETO N. 24 del 11/06/2012.

Per tutte le informazioni visita il SITO DELLA REGIONE VENETO