Earth Hour 2017

Image Earth Hour 2017

Il prossimo 25 marzo 2017 il Comune di Spinea aderisce a EARTH HOUR 2017 spegnendo simbolicamente le luci davanti al Municipio e alla Biblioteca comunale.

 Earth Hour (Ora della Terra) è un evento internazionale, giunto alla sua undicesima edizione, nato in Australia su impulso del WWF nell’anno 2007 e successivamente diffusosi in tutto il mondo.
L'adesione all'iniziativa si concretizza in un gesto semplice ma concreto: spegnere la luce per un'ora, dalle 20.30 alle 21.30, il prossimo 25 marzo 2017, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche.

L’obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione sull'urgente necessità di contrastare i cambiamenti climatici mettendo in atto comportamenti volti ad un utilizzo più attento e consapevole dell'energia e a politiche di riduzione delle emissioni di gas serra.
In questa direzione l’Amministrazione Comunale ha assunto, fin dal 2011 con l’adesione al “Patto dei Sindaci”, un preciso impegno per la lotta al cambiamento climatico. Attraverso la redazione del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile) il Comune individua le azioni specifiche e concrete da attuare nell’ambito pubblico e privato per raggiungere l’obiettivo prefissato di riduzione delle emissioni di CO2.

Le azioni messe in atto dal Comune di Spinea sono molto ampie ed articolate e spaziano dagli importanti interventi strutturali di efficientamento energetico di scuole e palestre come la sostituzione dei serramenti, della caldaia e dei termosifoni alla Scuola Nievo, la sostituzione della caldaia alla Scuola Ungaretti, l’installazione di un impianto fotovoltaico alla Scuola Vivaldi, la nuova copertura della Scuola A. Frank e della palestra Pascoli e gli interventi di riqualificazione energetica della ex Scuola Walt Disney, etc., fino all'acquisto di energia verde e alla sostituzione dei corpi illuminanti a maggior efficienza nella pubblica illuminazione. Proprio nell'ambito del contenimento dell'inquinamento luminoso il Comune nel 2014 ha approvato il PICIL (Piano dell'Illuminazione per il contenimento dell'inq. luminoso) uno strumento indispensabile per regolamentare gli impianti di illuminazione esterna sia pubblici che privati, con lo scopo di ridurre l'inquinamento luminoso, contenere i consumi energetici e uniformare i criteri di progettazione degli impianti di illuminazione esterna.
 

Nell’ambito della mobilità dolce e sostenibile il Comune, oltre ad azioni incentivanti come Pedibus scolastico, sta attuando importanti interventi come la nuova pista ciclabile di Via Unità, che si congiunge con quella precedentemente realizzata in Via Roma e la redazione del PUMS, il piano urbano per la mobilità sostenibile nonché del BICIPLAN finalizzato alla pianificazione di nuove piste ciclabili.
 

Infine da non dimenticare che nel 2015 è stato approvato il Piano delle Acque, uno strumento fondamentale a livello urbanistico per comprendere meglio il nostro territorio e i rischi idrogeologici, anche in previsione dell’approvazione del nuovo Piano degli Interventi. Con questo piano l’Amministrazione introdurrà ed applicherà principi innovativi finalizzati alla difesa dei principi di sostenibilità quali la riduzione del consumo del suolo, tutela delle zone agricole, norme per il risparmio energetico come l’orientamento degli edifici, alimentazione elettrica, etc.
 

Si tratta di azioni che, pur essendo importanti, da sole non sono sufficienti a raggiungere gli obiettivi prefissati; devono necessariamente essere affiancati da azioni dirette da parte di cittadini ed aziende. E’ per tale motivo che questo Comune si impegna costantemente in attività divulgativa e di supporto tramite il servizio gratuito di Sportello Energia, le numerose manifestazioni e incontri pubblici su tematiche ambientali (10 solo nel 2016), il concorso per studenti e scuole "Zero Emissioni" arrivato nel 2017 già alla quarta edizione, le Case dell’acqua che dal 2014 ad oggi hanno permesso di risparmiare l’emissione di circa 10.200 Kg di CO2 nell’aria e l’utilizzo di circa 8.800 Kg di bottiglie di plastica.
 

Infine, in questi anni l’impegno costante nell’informazione e nelle azioni per migliorare la gestione dei rifiuti, ha consentito di incrementare la raccolta differenziata nel giro di otto anni dal 48,6% al 79,5%. Le azioni intraprese ora sono quelle di diffondere buone pratiche che contribuiscano a ridurre a monte la produzione dei rifiuti. In tal senso il Comune sta attuando il “Progetto Riuso” il cui obiettivo è di facilitare la crescita della cultura del non spreco e del riutilizzo degli oggetti favorendone il recupero e la condivisione o lo scambio sul nostro territorio e l’attuazione di campagne divulgative assieme alla VERITAS sulla corretta differenziazione dei rifiuti.
 

Nella consapevolezza che il successo dell'evento dipende da tutti, istituzioni, imprese, organizzazioni, singoli cittadini, l'Amministrazione comunale favorirà  la massima diffusione dell'iniziativa, anche attraverso i propri canali strumentali.

ADERISCI ANCHE TU e comunica la tua iniziativa a http://www.oradellaterra.org/inserisci-evento/