Misure contro l'inquinamento atmosferico

MISURE DI CONTENIMENTO DELL'INQUINAMENTO ATMOSFERICO STAGIONE INVERNALE 2017/2018

Il Comune di Spinea con Deliberazione di Giunta Comunale n. 112 del 18/10/2017  ha dettato le linee generali per l'adozione delle misure di contenimento dei livelli di concentrazione degli inquinanti atmosferici.

 
 
 

Quante stelle ha la tua stufa/caminetto a legna/pellet?

La Regione del Veneto ha approvato la classificazione ambientale per l’individuazione delle prestazioni energetiche ed emissive dei generatori di calore alimentati a biomassa legnosa aventi una potenza termica inferiore a 35 kW e finalizzata all’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria ed il contrasto all’inquinamento locale.

L'elenco dei generatori a biomassa presenti sul mercato con la relativa classificazione (3 stelle; 4 stelle; 5 stelle) denominato "catalogo dei prodotti" è scaricabile accedendo al seguente link della Regione Veneto:

http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/classificazione-dei-generatori-di-calore-alimentati-a-biomasse-legnose

 
 

PER INFORMAZIONI:

SULLE LIMITAZIONI DEL TRAFFICO e RELATIVE DEROGHE contattare la POLIZIA LOCALE UNIONE COMUNI DEL MIRANESE N. verde 800 316 323 - Telefono 041 5085930 - mail: stradale@unionemiranese.gov.it

SULLE LIMITAZIONI DELL'ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI TERMICI, SULLE COMBUSTIONI ALL'APERTO E SVERSAMENTI ZOOTECNICI contattare SETTORE AMBIENTE E SICUREZZA Telefono 0415071101 - 391 - 176 mail: ambiente@comune.spinea.ve.it

 
Image

Il 9 giugno scorso la Regione Veneto, insieme al Ministero dell’Ambiente e alle Regioni Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, ha siglato il Nuovo Accordo di Bacino Padano. Il documento, ratificato con DGRV n. 836/2017, prevede una serie di impegni da parte delle regioni finalizzati all'adozione di limitazioni e divieti, nel settore dei trasporti, della combustione di biomassa per il riscaldamento domestico e dell’agricoltura, allo scopo di contenere il numero di superamenti del valore limite giornaliero del PM10 stabilito, dal D.Lgs. 155/2010, in 50 µg/m3 da non superare per più di 35 giorni l'anno.

L'Accordo prevede anche l'applicazione di modalità comuni a tutto il bacino padano, per l'individuazione di situazioni di perdurante accumulo del PM10 e per l'informazione al pubblico, affidando all'ARPAV il compito di realizzare gli strumenti tecnici per l'individuazione di tali situazioni critiche.

A tale scopo, ARPAV, a partire dal 15 ottobre 2017 e fino al 15 aprile 2018 produrrà, tutti i lunedì e i giovedì non festivi, il nuovo Bollettino livelli di allerta PM10.

Si prevedono due livelli di allerta in caso di continui superamenti del valore limite di 50 µg/m3 della concentrazione del PM10: il livello di allerta 1 - ARANCIO si attua con 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero del PM10, mentre il livello di allerta 2 – ROSSO si attua con 10 giorni consecutivi di superamento di tale valore massimo.
La valutazione del raggiungimento dei livelli di allerta è effettuata dall’ARPAV per i Comuni con più di 30.000 abitanti e negli agglomerati di cui alla DGRV 2130/2012.

Per ogni area di applicazione dell’Accordo (agglomerato o comune > 30.000 abitanti) ARPAV ha individuato una stazione di riferimento per la misura del PM10, dotata di strumentazione automatica e appartenente alla rete regionale della qualità dell'aria. La stazione di riferimento per il Comune di Spinea è quella denominata “BISSUOLA”.